Referendum 2020

E’ stato indetto per domenica 29 marzo 2020 il referendum popolare confermativo del testo della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari

AIRE E OPTANTI
Per il referendum in oggetto, gli elettori italiani residenti all’estero, ai sensi della legge 459/2001 e del relativo regolamento di attuazione approvato con D.P.R. 104/2003, votano per corrispondenza.E’ possibile in alternativa, per gli elettori residenti all’estero e iscritti all’A.I.R.E., scegliere di votare in Italia presso il proprio Comune di iscrizione elettorale comunicando per iscritto la propria scelta (opzione) facendo pervenire l’allegato modulo al Consolato di competenza entro il prossimo 08 FEBBRAIO 2020.

Modulo opzione Referendum 2020 (.rtf)
Modulo opzione Referendum 2020 (.pdf)

 


INDIZIONE DEL REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 29/03/2020

Si comunica che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.23 del 29 gennaio il D.P.R. 28 gennaio 2020 di indizione del referendum ex art.138 della Costituzione per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.240 del 12 ottobre 2019.Il testo del quesito referendario è il seguente:«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale – n.240 del 12 ottobre 2019?»Per tale referendum le operazioni di voto si svolgeranno domenica 29 marzo 2020, dalle ore 07:00 alle ore 23:00, ai sensi dell’art.1, comma 399, primo periodo, della legge 27 dicembre 2013, n.147 (legge di stabilità 2014) e le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti.Links utili:
Decreto del Presidente della Repubblica 28/01/2020 (Gazzetta Ufficiale)
Comunicato del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali